NewsPressCome diventare un Game Developer?

Tutto ciò che vediamo all’interno del videogioco è frutto di una lunga progettazione attuata dal team di sviluppo. Tuttavia, uno dei lavori alla base di ciò che siamo in grado di vedere su schermo è proprio quello del game developer. La figura professionale dello sviluppatore è infatti quella che pone le fondamenta all’interno di un titolo, utilizzando diverse forme di programmazione. Negli studi di sviluppo più grandi della video game industry possono essere trovate delle vere e proprie squadre dedicate al game development e già solo questo ci fa comprendere l’importanza e la delicatezza della posizione.

Prima di iniziare: Game Development e l’importanza di organizzare il lavoro

Come già abbiamo anticipato nell’introduzione, molto frequentemente i game developer lavorano all’interno di una squadra di persone che svolgono più o meno la medesima mansione. Ecco perché saper coordinare il lavoro risulta fondamentale, soprattutto se avete intenzione di percorrere questo tipo di carriera. In generale, nel mondo della video game industry le scadenze sono alla base di tutto, ma nell’ambito dello sviluppo ciò è ancora più amplificato. Per uno sviluppatore, non rispettare i tempi prestabiliti potrebbe portare a un blocco totale dei lavori, a maggior ragione se il vostro incarico era di importanza primaria per il proseguimento del progetto.

Trello, Game Developer, Game Development

Per organizzare le proprie task, i game developer solitamente scelgono di utilizzare alcuni programmi appositi. Tra i più noti troviamo Discord, GitHub e Trello. Addirittura, diversi software sono muniti di feature apposite per lo sviluppo di un programma, nel nostro caso un videogioco. Ragion per cui saper utilizzare i principali applicativi dediti a questa funzione è molto importante, soprattutto se in futuro doveste finire all’interno di un team di sviluppo dalle grandi dimensioni. Imparare è molto semplice, dato che in questo caso vi servirà unicamente saper riconoscere tutti i comandi e a quali azioni conducono. Uno studio tradizionale, insomma.

Il codice, da C# a C++: quali sono i più usati

La scrittura di un codice di programmazione, chiamata scripting, è uno degli strumenti principali di cui si avvale il game developer nel corso del suo lavoro. Se in precedenza abbiamo detto che imparare a utilizzare i programmi di comunicazione principali del settore sia relativamente semplice, sfortunatamente non possiamo dire lo stesso per questo caso. Infatti, la preparazione tecnica di uno sviluppatore può richiedere persino anni per la sua completa finalizzazione e spesso non finisce mai. La motivazione è dovuta dal fatto che tutti i linguaggi di programmazione sono ricchi di nozioni e, molto spesso, non vi basterà la conoscenza di un solo linguaggio per poter iniziare la vostra carriera professionale. In ambito videoludico, i tipi di codice più conosciuti sono indubbiamente C#, C++ e Python.

Game Development

Un altro fattore che determina la maestria di un game developer nell’attività di scripting è il modo in cui scrive un codice. La reiterazione è un processo inevitabile durante il lavoro, non a caso il bug fixing sarà uno dei punti fissi di ogni sviluppatore. Tuttavia, nel caso in cui abbiate scritto in maniera poco intuibile e disordinata, diverrà ancora più difficile risolvere i vostri problemi. Figuratevi se, come detto prima, sarete affiancati da altri colleghi, i quali dovranno cercare di decifrare l’ammasso di comandi da voi scritto. Da qui nasce la famosa nomenclatura “spaghetti code“, che indica proprio un tipo di codice scritto in maniera poco chiara. L’unico modo per evitare di arrivare a essere associati a questa definizione è quello di dare una struttura chiara al file da voi compilato. Ogni riga deve avere i giusti spazi e ogni azione un nominativo che ci farà subito intuire di cosa stiamo parlando.

I game engine: i motori dei videogiochi

Come la parola stessa ci suggerisce, un game engine non è altro che il motore che rende la fruizione di un videogioco possibile. Va da sé che, assieme alla scrittura di codice, quest’ultimo sia uno degli “attrezzi del mestiere” principali per ogni game developer. Senza l’utilizzo di questi programmi sarà infatti impossibile far girare un’opera multimediale interattiva. Non ci resta quindi che imparare a utilizzarli e a sapere quali sono i più famosi. Indubbiamente, Unity e Unreal Engine sono gli oggetti di studio principali e scelti ancora oggi dalle principali case di sviluppo. Così come per molti altri tipi di software, anche in questo caso molte funzioni saranno più o meno simili, ma la loro attuazione no.

Game Development

Per citare alcuni esempi pratici, Unity predilige il linguaggio di programmazione in C#, mentre Unreal Engine C++ o il Blueprint. Già questo ci fa comprendere il fatto che un aspirante game developer deve essere in grado di saper utilizzare almeno questi due elementi, altrimenti sarà pressoché impossibile entrare nella game industry. Imparare il codice resta comunque essenziale per il vostro lavoro, ma la progettazione in Blueprint potrebbe aiutare tutti coloro che prediligono lo sviluppo visivo. Infatti, quest’ultimo ci consente di progettare le stesse azioni di uno script grazie al collegamento di più caselle. Sicuramente rivoluzionario per alcuni, però bisogna fare attenzione, dato che anche il Blueprint ha le sue regole da seguire e, oltretutto, non è supportato quasi da nessun game engine. Non resta che sperimentare tutte le alternative e prendere appunti dagli esperti, grazie a tutorial e corsi di specializzazione appositi, al fine di divenire dei veri e propri game developer.

Vuoi saperne di più? Scopri il Corso Annuale di Game Development!

© 2019 Fondazione VIGAMUS
Ente riconosciuto dalla Prefettura di Roma con Parere positivo del Ministero dei Beni Artistici e Culturali e Del Turismo
Protocollo 976/2014
P. Iva 12464291009

x