NewsPressIl mercato dei videogiochi in Italia nel 2021: il Report di IIDEA

Come ogni anno, l’Associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia (IIDEA) ha reso noti i dati sui consumi di videogiochi nel nostro Paese, presentando il suo Rapporto Annuale per l’anno 2021. Scopriamo, dunque, insieme i dati sul mercato videoludico e sul pubblico dei videogiocatori.

Mercato dei Videogiochi: un Settore in crescita inarrestabile!

Proprio come nel 2020, che aveva evidenziato, complici le restrizioni dovute alla pandemia, una crescita senza precedenti del mercato videoludico in Italia (oltre i 2 miliardi di euro), nonostante l’allentamento delle misure emergenziali e un lento ritorno alla normalità, anche nel 2021 si registra un risultato positivo per tutto il comparto videoludico! Il giro d’affari del settore nel 2021, comprensivo di hardware e software fisico e digitale, è, infatti, pari a 2 miliardi e 243 milioni di euro, con una crescita del +2,9% rispetto al 2020.

Metodi di Ricerca: una combinazione di varie fonti

Ma come è stata calcolata la dimensione del mercato italiano?

Per i prodotti pacchettizzati viene utilizzato il Games Sales Data o GSD, un servizio dedicato all’Industria del videogioco che elabora ogni settimana i dati di vendita a partire da un panel di retailer ed estrapola i dati (ad esempio utilizzando campioni di dati di vendita provenienti da editori e produttori di console) per coprire il 100% del mercato.

Per i prodotti digitali (Console e PC) la ricerca è effettuata sia attraverso GSD, che raccoglie i dati di vendita FGD (‘full-game download’ ossia scaricamento giochi completi) dalla maggior parte degli editori principali sulle reti di vendita PSN (Playstation), Xbox Live (Xbox), Nintendo eShop (Nintendo) e Steam (PC), sia attraverso la metodologia di estrapolazione di GameTrack. Quest’ultimo sistema si basa sulla collaborazione con le piattaforme di download e su sondaggi periodici online con panel di consumatori europei calibrati per garantire campioni nazionali rappresentativi con indagini annuali offline. In particolare i sondaggi offline vengono somministrati una volta all’anno ad un campione di circa 1.000 adulti per paese e che comprende domande relative ai videogiochi giocati dai ragazzi dai 6 ai 17 anni.

Per quanto riguarda invece i dispositivi mobili, viene utilizzata l’App Annie, ormai punto di riferimento internazionale per i dati di mercato delle applicazioni. In questo caso la metodologia si basa sia sulle classifiche periodiche complete ricevute da Android e iOS che dalle informazioni fornire dagli sviluppatori delle applicazioni. Per stimare, invece, la spesa dei consumatori vengono applicati i tassi di estrapolazione di GameTrack by Ipsos (per conto di ISFE).

Analisi dei numeri: segmenti di mercato

Come abbiamo accennato, il giro d’affari del settore nel 2021, è pari a 2 miliardi e 243 milioni di euro, con una crescita del ben +2,9% rispetto al 2020.

Per quanto riguarda i segmenti di mercato, il segmento software si riconferma il più forte del mercato con un valore pari a 1,8 miliardi di euro, grazie all’ottima performance del digitale (Console e PC), con un valore di 771 milioni di euro e delle app (762 milioni di euro). Numeri decisamente più contenuti per quanto riguarda il fisico che registra un calo del valore di -5,9% rispetto al 2020.

Il segmento hardware, invece, registra un fatturato di 443 milioni di euro con un trend di crescita del 12,1% sulla precedente rilevazione, incremento dovuto alla straordinaria prestazione delle console next gen che segnano un incremento del 21,6% rispetto al 2020. Numeri davvero sorprendenti!

Il profilo dei videogiocatori in Italia nel 2021

Per quanto riguarda i videogiocatori nel nostro Paese, secondo il Report IIDEA, ben 15,5 milioni di persone hanno giocato ai videogiochi nel 2021, ossia il 35% della popolazione italiana tra i 6 e i 64 anni. Il 56% di questi è di sesso maschile e il 44% di sesso femminile. Tali numeri evidenziano una leggera diminuzione rispetto al trend degli anni scorsi (che si attestava intorno al 38%), sebbene, tuttavia, a crescere è stato, però, il coinvolgimento nei confronti dei videogiochi, confermando un progressivo aumento della presenza dei videogiochi nella vita di tutti i giorni. Nel corso del 2021 gli italiani, infatti, hanno dedicato in media 8,7 ore a settimana a giocare su tutti i device, oltre mezz’ora in più rispetto alla rilevazione precedente. Si è riscontrata, inoltre, una notevole crescita (circa un’ora in più in media alla settimana) nella frequenza di gioco su console recenti. Una lieve decrescita rispetto al 2020 si registra analizzando, invece, l tempo dedicato al gioco su smartphone e tablet.

TOP 10 Videogiochi più venduti nel 2021

Immancabile anche quest’anno, la lista dei 10 videogiochi più venduti su tutte le piattaforme (versione fisica+digitale top 20 nel report):

  1. Fifa 22 – Electronic Arts

  2. Grand Theft Auto V – Rockstar Games

  3. Fifa 21 – Electronic Arts

  4. Spider-Man: Miles Morales – Sony Interactive Entertainment

  5. Animal Crossing: New Horizons – Nintendo

  6. Minecraft: Nintendo Switch Edition – Nintendo

  7. Assassin’s Creed Valhalla – Ubisoft

  8. Call of Duty: Vanguard – Activision Blizzard

  9. F 1 2021 – Electronic Arts

  10. Super Mario 3D World + Bowser’s Fury – Nintendo

Da tali incoraggianti risultati, risulta, dunque, evidente che la sempre più crescente presenza dei videogiochi nella quotidianità di milioni di italiani, non è affatto un fenomeno passeggero legato al mutato contesto sociale (dovuto principalmente al fenomeno pandemico). Il mercato videoludico, complice un tale consolidamento dei consumi, sembra, infatti, essere destinato a crescere esponenzialmente e noi non vediamo l’ora di vedere ciò che ci aspetta il futuro di uno, tra i più innovativi, media di intrattenimento!

© 2021 Fondazione VIGAMUS
Ente riconosciuto dalla Prefettura di Roma con Parere positivo del Ministero dei Beni Artistici e Culturali e Del Turismo
Protocollo 976/2014
P. Iva 12464291009

Carta di Qualità

x