NewsPressRealizzare un portfolio di successo: una guida per il Concept Artist

Il Concept Artist è colui che trasmette l’idea generale e tutti gli elementi del titolo per cui sta lavorando. Fornire ispirazione ai modellatori 3D è solo una delle diverse attività che ruotano attorno al settore della Concept Art. Sicuramente per un Concept Artist un buon portfolio può fare la differenza fra l’ottenere il lavoro dei propri sogni nella Game Industry o al contrario non essere notati affatto. Scopriamo, dunque, insieme quali sono i 6 consigli utili per realizzare un portfolio professionale di successo attraverso questa breve guida.

I 6 suggerimenti che un Concept Artist deve seguire per realizzare un portfolio accattivante

  1. Qualità in primo piano

La qualità per un Concept Artist è il primo e il più importante elemento da evidenziare in qualsiasi portfolio. Se il tuo obiettivo è ottenere un lavoro nell’industria dei videogiochi la qualità dei tuoi lavori deve essere tale da consentirti di mettere in mostra le idee che vuoi comunicare in maniera chiara a tutti coloro che non si occupano direttamente del lato artistico. Di conseguenza, inserire le proprie opere d’arte migliori nel portfolio è il primo consiglio utile da seguire.

  1. Coerenza

Il tuo portfolio dovrebbe focalizzarsi su qualcosa che ti piace fare. Inserire nel tuo portfolio lavori e progetti che non ti interessano non può essere considerata una strategia efficace, visto che potresti ottenere un lavoro in un ambito che non ti appassiona. Ad esempio, se ti attrae l’universo horror il consiglio è mantenersi coerenti ed inserire elementi inerenti quel tipo di immaginario. Inoltre, se il tuo desiderio è quello di lavorare in una azienda specifica, un’altra strategia utile è trarre ispirazione dai profili delle persone che lavorano in quell’ambiente (ed essere disposti a chiedere suggerimenti).

  1. L’importanza delle basi

È essenziale dimostrare di conoscere gli elementi basilari come prospettiva, illuminazione, colore, anatomia e funzionalità, che devono certamente essere inseriti all’interno dei lavori del proprio portfolio. Per esempio, una delle cose che i datori di lavoro notano è se i tuoi personaggi sono ben strutturati dal punto di vista anatomico e se di conseguenza sono ben inseriti in un ambiente tridimensionale.

  1. Il processo di creazione

Devi immaginare che le persone che osservano il tuo portfolio non sanno chi sei e quanto vali. I lavori del tuo portfolio sono tutto ciò che hanno a disposizione per farsi un’idea sul tuo talento e sul tuo grado di esperienza. Includere nel portfolio lavori completi è una mossa essenziale per ottenere un lavoro o un colloquio. Tuttavia è ancora più importante mostrare in che modo hai portato a termine il progetto. Inserire bozze, anteprime, note o qualsiasi altro elemento che possa mostrare il tuo modo di ragionare nel processo di creazione è sicuramente molto apprezzato dai recruiter. A tal proposito, un ottimo suggerimento è quello di includere parallelamente la bozza iniziale e il lavoro finale di uno stesso soggetto.

  1. Equilibrio fra qualità e quantità

Un altro consiglio utile da seguire è inserire nel proprio portfolio almeno 5 progetti. Infatti, di solito gli addetti ai lavori dopo aver osservato tre o quattro opere capiscono se il candidato ha talento oppure no. Tuttavia, 5 è il numero minimo da prendere in considerazione. Se, ad esempio, in un portfolio ci sono solo due lavori un recruiter potrà avere dei dubbi sull’artista in questione: è realmente bravo o la qualità dei suoi lavori è solo frutto del caso?

  1. La storia

Dato che la Game Industry si basa sulle storie, lo storytelling è un altro elemento chiave da mettere in evidenza. Ogni elemento incluso nel tuo portfolio dovrebbe saper raccontare una storia a chi osserva. Pertanto, ricordati di inserire, quanto più possibile, elementi di narrativa nei personaggi o negli ambienti, anche attraverso l’uso di immagini consecutive e sequenziali.

Grazie a questi consigli, infatti, durante le fasi di un colloquio avrai certamente modo di far emergere non solo la tua tecnica e preparazione, ma anche la tua personalità!

 

 

© 2021 Fondazione VIGAMUS
Ente riconosciuto dalla Prefettura di Roma con Parere positivo del Ministero dei Beni Artistici e Culturali e Del Turismo
Protocollo 976/2014
P. Iva 12464291009

Carta di Qualità

regione lazio logo

Determina G07417 del 09/06/2022
Ente Accreditato Formazione Regione Lazio

x