NewsPressCos’è una Game Jam? Ecco perché partecipare!

L’industria del gaming vanta una moltitudine di eventi dedicati ad appassionati e professionisti del settore incentrati sullo sviluppo di videogiochi a 360°. In particolare, le Game Jam, sono delle competizioni aperte al pubblico, solitamente gratuite, che possono essere svolte a livello studentesco, nazionale o internazionale. In questi “contest” i partecipanti, molto spesso in team, altre volte singolarmente, cercano di realizzare un videogioco partendo da zero in un arco di tempo limitato (solitamente varia dalle 48 alle 72 ore), l’evento assume quindi spesso la forma di una vera e propria maratona.

Global Game Jam: l’evento di riferimento internazionale

Più nel dettaglio, la Global Game Jam è attualmente la più importante Jam al mondo. Si tratta di un evento annuale e mondiale di tipo Hackaton che normalmente si svolge in simultanea in diverse sedi accreditate in giro per il mondo. L’obiettivo del contest è creare un videogioco in 48 ore e vi partecipano sia sviluppatori professionisti che semplici appassionati. Partecipare all’evento è semplicissimo: basta iscriversi alla pagina di registrazione.

La Global Game Jam, oltre ad essere una manifestazione interamente dedicata al settore videoludico in cui si ha la possibilità di conoscere persone appassionate di videogiochi, è anche un’occasione da non perdere per emergere: si possono infatti realizzare giochi in grado di trasformarsi in prodotti commerciali di successo come è accaduto per i titoli Mirror Moon (GGJ 2012) e Surgeon Simulator (GGJ 2013).

Two Professional eSports Gamers walking on Stage to Participate in the Cyber Games Championship Event. Competitive Online Live Streaming Tournament. Stylish Back View Shot

Game Jam minori: l’esempio di Ukie

Oltre alla Global Game Jam esistono anche Jam minori, di livello nazionale o studentesco, Ukie per esempio è solita organizzarne una annuale dedicata agli studenti. Quella di quest’anno, chiamata Collab-Jam e che si è svolta dal 23 al 24 novembre 2021e ha visto partecipare studenti di diverse nazionalità provenienti da istituti europei, tra cui Vigamus Academy. La competizione, svolta interamente in remoto, ha consistito nell’unione di un massimo di 6 componenti per ogni team che hanno dovuto stabilire come collaborare fra loro guidati da un mentor professionista del settore, aderendo alla tematica proposta nelle tempistiche indicate.

Trattandosi di un gioco a distanza, le squadre sono incoraggiate a twittare i loro progressi online per creare un’atmosfera virtuale per l’evento. È previsto anche un premio per il team che riesce a generare il maggior coinvolgimento online.

I criteri di valutazione per la Collab-Jam sono i seguenti:

1) Argomento: quanto si adatta al tema?

2) Creatività: Quanto è creativo e unico il gioco?

3) Giocabilità: È abbastanza divertente e stimolante da giocare?

4) Impressione visiva: Lo stile artistico si adatta al gioco?

5) Narrativa: La storia del gioco funziona e scorre?

6) Rigiocabilità: È avvincente e presenta una buona rigiocabilità?

7) Colonna sonora: L’audio si adatta al gioco?

Per quanto riguarda i premi, i principali in palio sono tre:

  • Premio per il primo posto: va alla squadra vincitrice del Game Jam.
  • Premio “Mentore”: questo premio viene assegnato al miglior mentore del settore.
  • Social Champions Award: viene vinto dal team che si dimostra più esperto nell’ambito dei social media.

Global Game Jam: storia e tematiche

La prima Global Game Jam è stata lanciata nel 2009 dall’International Game Developers Association (IGDA) e si è rivelata un grande successo di critica. In questa prima edizione si registrano 1.600 iscrizioni, eventi in 23 paesi e 370 giochi. In particolare, l’edizione del 2016 riporta dei dati impressionanti: ha visto la partecipazione di 803 sedi accreditate con 42.800 sviluppatori appartenenti a 108 nazioni, per un totale di 8606 giochi sviluppati.

I partecipanti della Global Game Jam devono realizzare un videogioco interpretando in modo creativo e originale il tema della sfida, annunciato all’inizio della manifestazione e uguale per tutti i partecipanti. Il tema viene deciso dal Theme Committee: un gruppo di professionisti della game industry che riflette su varie tematiche per un determinato periodo di tempo (solitamente per un paio di mesi), prima che l’evento abbia luogo.

I temi delle edizioni passate sono stati:

  • 2009: As long as we have each other, we will never run out of problems
  • 2010: Deception
  • 2011: Extinction
  • 2012: An image of “Ouroboros”
  • 2013: The pulsating sound of a heartbeat
  • 2014: We don’t see things as they are, we see them as we are
  • 2015: What do we do now?
  • 2016: Rituals!
  • 2017: Waves
  • 2018: Transmission
  • 2019: What home means to you?
  • 2020: Repair

L’ultima edizione è stata quella del 2021 che si è svolta online su Discord. Il tema scelto per questa GGJ è stato Lost & Found, un argomento indubbiamente significativo che rispecchia la situazione causata dalla pandemia da COVID-19, in cui le persone sono rimaste isolate in quarantena, per poi ritrovarsi solo in seguito con amici e parenti.

In Italia ben 10 città hanno preso parte all’edizione 2021: Bari, Cagliari, Catania, Codogno, Milano, Padova, Pisa, Roma, Torino e Verona. A Roma, Vigamus Academy ha prodotto 7 indie games per l’occasione!

La prossima Global Game Jam si terrà dal 20 al 30 gennaio 2022. Non ci resta che attendere per scoprire quale sarà la tematica di quest’anno e iscriversi!

Vigamus Academy ci sarà, e tu?

 

© 2021 Fondazione VIGAMUS
Ente riconosciuto dalla Prefettura di Roma con Parere positivo del Ministero dei Beni Artistici e Culturali e Del Turismo
Protocollo 976/2014
P. Iva 12464291009

x